Comincia molto male
la nuova presidente

COMINCIA MOLTO male la nuova presidente del Consiglio di disciplina della Campania Bianca Desideri. Dopo cinque mesi di paralisi doveva convocare la prima riunione e aveva proposto due date: il 30 novembre e il 4 dicembre. Sulla seconda aveva espresso la sua indisponibilità, sia a essere presente che a partecipare da remoto, per un impegno già definito da mesi Nico Pirozzi, il componente con maggiore

anzianità consiliare e caratura 'professionale'. Dalla chat dei membri del Disciplina sappiamo come è andata. La presidente ha deciso di convocare la riunione proprio il 4

Giovandomenico Lepore e Raffaele Piccirillo

dicembre alle 17. È una scelta dettata da ordinaria scortesia o da una precisa volontà politica? Si può ipotizzare che forse non dispiaceva l’assenza di Pirozzi che, con la presidente e con Serena De Simone, fa parte del collegio che dovrÓ decidere sul caso di Giovanni Aruta, condannato nel dicembre 2022 a due anni e due mesi di carcere dalla Corte di cassazione per maltrattamenti aggravati in famiglia e lesioni ai danni della moglie e dopo undici mesi, per motivi misteriosi, non è stato neanche ascoltato dal Disciplina. Senza contare che Pirozzi a luglio aveva presentato un esposto alla procura della Repubblica per segnalare la gestione poco trasparente dell’allora presidente del Disciplina Diana Miraglia che a sorpresa si è dimessa nei primi giorni di settembre.
A conferma di quanto aveva dichiarato alla Desideri Pirozzi ha anche pubblicato sulla chat dei consiglieri la locandina del libro che deve presentare a Caserta il 4 dicembre alle 17,30 insieme all’ex procuratore di Napoli Giovandomenico Lepore e ai magistrati Antonello Ardituro e Raffaele Piccirillo. La presidente ha visto la locandina ma non ha speso una parola.
Ma chi è Bianca Desideri? Napoletana, sessantatré anni, addetta al contenzioso civile di Intesa San Paolo, pubblicista dal marzo 1993, nei primi giorni di ottobre è stata indicata dal presidente del tribunale di

Antonello Ardituro e Elisabetta Garzo

Napoli Elisabetta Garzo come componente del Disciplina in sostituzione di Diana Miraglia.
Il compito di presiedere l’organismo che dovrebbe vigilare sul rigoroso rispetto

della deontologia degli scritti all’Ordine dei giornalisti spetta a chi ha la maggiore anzianità di iscrizione all’albo. L’incarico toccava quindi all’avvocato Matteo Baselice, pubblicista dal 3 giugno 1987.
La scelta del presidente andava fatta alla prima riunione plenaria del Disciplina. E allora c’è da chiedersi da chi e in quali stanze è stata nominata Bianca Desideri.