Cdr Rai Na: Perone,
Di Liegro, Genovese

LA SERA DEL 14 marzo la commissione elettorale guidata da Gianfranco Coppola ha comunicato il risultato del voto per il comitato di redazione della sede Rai di Napoli. La nuova terna è formata da un rientrante (Vincenzo Perone), un esordiente (Alessandro Di Liegro) e un ‘inamovibile’ (Rino Genovese), sindacalista da quindici anni con interruzioni dovute a incidenti di percorso come quando nel febbraio del 2013 definì la collega Cecilia Donadiola cessa di Posillipo e fu

costretto alle dimissioni, salvo poi subito dopo ricandidarsi. 
Vediamo i numeri della elezione: 37 votanti su 43 aventi diritto; Perone ha

Alessandro Casarin e Francesca Ghidini

ottenuto 25 preferenze, quindi due terzi dei votanti; Di Liegro 22, il 60 per cento; Genovese 9 preferenze, meno del 25 per cento.
In base all'accordo tra azienda e Usigrai per gli inviati sottoscritto il 3 maggio 2022 che hanno raggiunto otto anni di anzianità nel grado scatta la qualifica di vice redattore capo, mentre chi supera i dieci anni può diventare redattore capo non di line ma di scrittura. La rosa degli inviati con una anzianità superiore ai dieci anni comprende Annalisa Angelone, Anna Teresa Damiano, Ettore De Lorenzo, Antonella Fracchiolla, Francesca Ghidini e Geo Nocchetti, con gli ultimi due sicuramente molto attivi nei servizi esterni.
L’accordo prevede anche che chi è inviato da oltre dodici anni può ottenere dal direttore la qualifica di ‘inviato esperto’ che comporta il trattamento economico e normativo del capo redattore centrale. Il direttore della Tgr Alessandro Casarin, che non ha un buon rapporto con Nocchetti, ha scelto come ‘inviato esperto’ Francesca Ghidini.