Gianni Russo e Sergio Vessicchio  
  Disciplina severo:
radiato Vessicchio
 
 
 

Il terzo collegio del Consiglio di disciplina della Campania (presidente Giovanni Russo, segretaria Cristina Cennamo, consigliere il pubblicista Harry Di Prisco) ha deciso di punire con la pena più severa, la radiazione, il giornalista Sergio Vessicchio, protagonista di una telecronaca ‘sessista’ contro la guardalinee Annalisa Moccia. Nel marzo del 2019 nel commentare una partita del ...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
  L'agguato
'nascosto'
 
 
 
 

Dopo diciotto anni di lavoro a via Chiatamone, nel settembre del 2006, Matteo Cosenza ha lasciato il Mattino per trasferirsi a Cosenza, prima vice e poi direttore del Quotidiano di Calabria, ma se ...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
 

Spostamenti
a via Marconi

 
 
 
 

Il 4 novembre il titolare della segreteria di redazione della sede Rai di Napoli Carlo De Cesare ha compiuto sessantasette anni ed è andato in pensione. Non si sentiva però ancora pronto a lasciare i ...

 
 
  [All'interno]
 
 
Carlo De Cesare  
  Caccia
ad Hans
 
 
 
 

“Ma chi cavolo è Hans?”. Il quesito sorge spontaneo leggendo il pezzo pubblicato (siglato r.s.) in prima pagina dell’inserto sportivo de Il Mattino” di lunedì 25 novembre. E, dopo un paio di ...

 
 
  [All'interno]
 
 
  Visitatori 2019
   
  Giuliana Covella e Gelsomina Verde  
 

dal Comune. E il sommario spiega: Sfregio all'associazione Gelsomina Verde / La sede destinata agli uffici Asìa. I meno giovani ricorderanno la vicenda della povera Gelsomina, una ragazza di Scampia che fu rapita, torturata e bruciata per non aver rivelato il nascondiglio del suo forse ex ragazzo coinvolto nella guerra di malavita tra gli uomini di Paolo Di Lauro (Ciruzzo 'o milionario) e gli scissionisti.
Il 6 novembre Covella torna con un altro Primo Piano a pagina 30 e, non avendo conosciuto quell'antico direttore, smentisce quanto pubblicato il giorno precedente. Sotto la testatina ‘La lotta ai clan’ il

 

titolo chiarisce:Officina anti camorra / "Lo sfratto non ci sarà". Ritirato il provvedimento? No, lo sfratto non c'è mai stato, sono intoppi burocratici e amministrativi e c'è soltanto da rinnovare la convenzione con l'associazione. Intanto è stato costruito un Primo Piano sullo "sfratto", e poi l'indomani un altro Primo Piano per dire ci siamo sbagliati. Di piano in piano si arriva al 33° piano di Torre Francesco, dove i responsabili della Cronaca titolano senza sentire la necessità di verificare. Piano piano (scusate, ci è scappato) ci arriveranno. Alla verifica o alla pensione.

 
 
  Piano piano
 

Diceva il direttore di un quotidiano napoletano di qualche decennio fa che non bisogna fare la rettifica di una notizia sbagliata, perché una rettifica è una notizia data due volte. Era una teoria: a volte andava bene contando sulla fretta del lettore e sull'oblio della notizia, che è quanto di più effimero possa esistere. A volte andava male e arrivava la querela con richiesta di risarcimento del danno.
Il 5 novembre Giuliana Covella, collaboratrice del Mattino, dedica un'intera pagina, un Primo Piano a pagina 22, a uno sfratto: L'officina anti camorra / sfrattata

Sommario
Notizie

Disciplina severo:
radiato Vessicchio

De Cesare a casa,
Pocobelli segretario

Tam tam
Piano piano
Lettere

L'agguato
'nascosto'

Caccia
ad Hans

Vanno avanti
gli esperimenti

Documenti

L'audizione
di Vessicchio

La delibera
della radiazione

Sfratto sì
e sfratto no

I giornali sui colpi di pistola a De Michele

Spari al cronista
'relegati' a Caserta

La strigliata
di Cosenza

Articolo
con quiz

 
 
LEGGI - GLI - ULTIMI - NUMERI - PUBBLICATI
 
n. 41 (25 novembre 2019) n. 40 (20 novembre 2019) n. 39 (11 novembre 2019)