Annunci della 'Provincia' del 4 novembre 2016  
  Il consiglio di disciplina
si occupa di prostituzione
 
 
 

Il caso l’ha sollevato il consigliere comunale di Sora Maria Paola D’Orazio denunciando il quotidiano La Provincia di Frosinone che ogni giorno pubblica intere pagine di offerte di prestazioni sessuali con una capillare copertura del capoluogo e dei principali centri della provincia e con annunci dal forte impatto visivo e dal testo che non lascia spazio all’immaginazione “Sono una donna e sono una ...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
 
Gianluigi Guarino  
  Chi scrive di Velardi è
soltato un "frustrato"
 
 
 
 

Siamo sicuri che anche in questo caso il direttore politico Alessandro Barbano e il direttore amministrativo di fatto Massimo Garzilli sceglieranno la linea dello struzzo perché il protagonista è ancora Antonello Velardi, numero tre del Mattino e dallo scorso giugno sindaco di Marcianise...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
 

Uno "stage"
da 58 morti

 
 
 
 

E dopo la laurea? Innanzitutto un master per perfezionare le proprie conoscenze. E poi uno stage presso un'azienda per ...

 
 
  [All'interno]
 
 

Non è il
Collana

 
 
 
 

Continua, con apprezzabile costanza, l'impegno dei redattori del Mattino, e in particolare di quelli del web, a mantenere desta ...

 
 
  [All'interno]
 
 
  Visitatori 2017
   
  Dario Cresta-Dina, Gianluca Di Feo, Giuseppe Smorto e Corrado Zunino  
 

Repubblica, diretto da Calabresi (con vice Fabio Bogo, Dario Cresto-Dina, Gianluca Di Feo e Giuseppe Smorto), che come forse saprete è, insieme al Corriere della sera, il maggiore quotidiano italiano per vendite e diffusione, lancia il grido d'allarme e bacchetta, in maniera un po' sarcastica, l'ignoranza dei giovani che hanno partecipato, da Siena ad Agrigento a Cagliari, a vari test per valutare lo stato di salute della nostra lingua sconosciuta. Andiamo male, scrive Corrado Zunino autore del reportage corredato anche da lungo box con una corposa sfilza di perle linguistiche, cioè le risposte

 

sbagliate fornite dagli studenti (Ad esempio collimare è una zona collinare che affaccia sul mare). Ma va peggio per il desk di Repubblica che trasforma la parola fedifrago in "fedigrafo", mentre Zunino nell’articolo scrive correttamente il vocabolo. E i deskisti poi si stupiscono del fatto che per gli universitari di Cagliari il "fedigrafo" è un cannibale.
Nei due grafici dell'indagine la parola viene ripetuta due volte, e due volte sbagliata. Gli studenti non sanno cosa sia un fedifrago e neppure un fedigrafo, ma almeno non prendono uno stipendio per spiegarlo agli italiani. Sardegna batte Repubblica 2-0.

 
 
  "Fedigrafo"
 

La storia è questa: gli italiani conoscono poco la lingua italiana e il significato delle parole, gli studenti delle medie superiori pochissimo, i neo universitari di Cagliari la ignorano del tutto.
A queste conclusioni è arrivata Repubblica il giorno 9 aprile con una paginata dal titolo ironico "Affliggete quel manifesto / Gli strafalcioni in italiano/ degli studenti universitari”. Si va da collimare a adepto, da desueto a effimero, da modico a redimere. Tutte parole sconosciute e feroci pugnalate al petto di chi credeva che fossimo usciti da un generalizzato analfabetismo.

Sommario
Notizie

Consiglio di disciplina:
il tema è prostituzione

Chi scrive di Velardi è soltanto un "frustrato"

Tam tam
"Fedigrafo"
Lettere

Non è il
Collana

Uno "stage"
da 58 morti

Documenti

Provincia Quotidiano,
una pagina di annunci

Editore e direttore
de 'La Provincia'

La nota di Guarino e
Velardi replica su Fb

Repubblica, inchiesta
sugli strafalcioni altrui

Articolo sul Collana
con foto del San Paolo

 
 
LEGGI - GLI - ULTIMI - NUMERI - PUBBLICATI
 
n. 14 (11 aprile 2017) n. 13 (5 aprile 2017) n. 12 (30 marzo 2017)