Alessandra Barone, Renato Cantore e Enzo Miglino  
  Rai Na: cdr confermato,
Cantore va in pensione
 
 
 

Il 10 febbraio Gianfranco Coppola, presidente della commissione elettorale completata da Letizia Cafiero, Enzo Calise, Giuseppe De Caro, ha reso noto il risultato del voto per il rinnovo del comitato di redazione. Tre candidati e tre eletti: Pellegrino, detto Rino, Genovese venti preferenze, Fabrizio Cappella dodici, Diego Dionoro undici. Risultato netto ...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
 

Bassolino non
ha avuto 'inviti'

 
 
 
 

Sono un penalista napoletano e le segnalo l’articolo pubblicato dal Mattino il primo febbraio intitolato “Gestioni e hotel, perquisite società di Romeo” e firmato dal cronista di giudiziaria Leandro Del Gaudio....

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
 

Disciplina, Di Maio
convocato il 20 marzo

 
 
 
 

Dopo la bufera mediatica scatenata dal parlamentare del M5S Luigi Di Maio con la lista dei giornalisti ‘sgraditi’ al movimento di Beppe Grillo, anche il Giornale diretto da Alessandro Sallusti ha voluto prendere parte alla polemica. Lo ha fatto il 9 febbraio con un servizio firmato da Pasquale ...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
 

Dario Del Porto
promosso inviato

 
 
 
 

La redazione napoletana di Repubblica ha un secondo inviato che affianca Conchita Sannino: è Dario Del Porto, napoletano, quarantasei anni a marzo, da ventuno professionista, cronista di giudiziaria che nel ...

 
 
  [All'interno]
 
 
  Visitatori 2017
   
  Tommaso D'Angelo e Vittorio Feltri  
 

del giornalismo campano per un titolo in prima pagina che fece scuola e storia su una vicenda trash dell'ormai lontano 23 marzo del 2007: “Ortolano violentato da un finocchio”.
Adesso quel titolo di Feltri ha fatto dormire sonni agitati per due giorni a Tommaso, che rivendica legittimamente la primogenitura dei titoli ispirati dalla Coldiretti. Così appena 48 ore dopo, domenica 12 febbraio, D'Angelo ha aperto la cassetta dei prodotti dell'orto ed ha rivendicato il fatto di essere stato il primo a indicare la nuova frontiera del giornalismo ecologico e biosostenibile. E

 

allora lo spunto è stato una diatriba tra ingegneri e architetti dell'ordine di Salerno.
“Patata bollente”, è stato il titolo di D'Angelo, che quasi ci stava rimettendo salute e serenità per una patata usurpata. E per dare quel segno di inconfondibile classe e rimettere ordine e graduatoria di meriti ha dato un tocco di ironia al proprio titolo: nel sommario è infatti comparso “L'affare si ingrossa”, con Tommasone che gonfiava orgoglioso il petto tra uno scrosciare di applausi in redazione. E i copioni del nord sono serviti come meritavano.

 
 
  Patate bollenti
 

È stata una settimana vegetariana per il giornalismo nazionale e campano.
Dopo il titolo di Vittorio Feltri su ‘Libero’ del 10 febbraio, “Patata bollente”, dedicato al sindaco di Roma Virginia Raggi, che ha dato vita a un dibattito vivace sull'uso disinvolto dei tuberi nei titoli di giornali, anche Tommaso D'Angelo, direttore del salernitano ‘Le Cronache’, si è sentito colpito nel nervo sensibile e quasi esautorato dell'esclusiva sull'uso dei titoli ortofrutticoli.

Qualcuno ricorderà che D'Angelo è passato alla storia

Sommario
Notizie

Rai Na: cdr confermato
Cantore va in pensione

Disciplina, Di Maio
convocato il 20 marzo

Tam tam
Patate bollenti
Lettere

Bassolino non ha
ricevuto 'inviti'

Dario Del Porto
promosso inviato

L'Agropoli
gioca in 12

Documenti

Rai, gli eletti
del nuovo cdr

La notizia sbagliata
diffusa dal Giornale

Il festival
del tubero

Indagini di Roma
e Napoli su Romeo

 

 
 
LEGGI - GLI - ULTIMI - NUMERI - PUBBLICATI
 
n. 5 (9 febbraio 2017) n. 4 (31 gennaio 2017) n. 3 (26 gennaio 2017)