Paolo Corsini* , Marco Ferrazzoli**, Fabio Morabito  
  Non è più Fnsi, ora è Fisi,
Federazione interregionale
 
 
 

Il 10 luglio il consiglio nazionale della Federazione della stampa italiana ha deciso la decadenza dei consiglieri della Campania, con 42 voti favorevoli (il 75 per cento), sei contrari, quattro astenuti, mentre quattro dei presenti (Massimo Calenda, Rai Napoli, e i 'romani' Paolo Corsini, vice direttore del Giornale radio Rai, Marco Ferrazzoli, capo ufficio stampa del Cnr, e Pier Angelo Maurizio di Mediaset) hanno dichiarato di non ...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
  Tagli ai compensi
dei collaboratori
 
 
 
 

Caro Cozzolino,
il 15 luglio i collaboratori del Mattino hanno ricevuto una mail dal direttore Alessandro Barbano. “Carissimo, - è l’incipit affettuoso – il persistere della crisi  dell’editoria, mi impone un ulteriore taglio dei ...

 
 
[All'interno] [Documenti]
 
 
Luigi Capasso  
  Metropolis: sei
mesi, tre direttori
 
 
 
  Continua la rotazione di direttori al quotidiano di Torre Annunziata Metropolis: il 4 febbraio ha esordito al vertice del giornale Mariella Parmendola che il 30 aprile si è dimessa passando il testimone a Maria Rosaria ...  
 
  [All'interno]
 
  Clienti
di 'peso'
 
 
 
  Gentile direttore,
punta a clienti di peso, non soltanto economico, la Manzoni, la concessionaria che cura la raccolta ...
 
 
  [All'interno]
 
 
  Visitatori 2014
   
  Gianni Festa e Rino Genovese  
 

ancora di grande attualità.
Il lavoro di invecchiamento non viene riservato soltanto a notizie minori o a marchette, ma anche ad argomenti di attualità.

Sabato 30 giugno il direttore ed editore del Corriere dell’Irpinia Gianni Festa organizza ad Avellino una conferenza stampa per presentare una nuova iniziativa editoriale, il Quotidiano del Sud, un giornale con ambizioni nazionali e area di diffusione interregionale: Irpinia, Basilicata e Calabria.
Il servizio di Rino
Genovese, avellinese di Sant’Angelo dei

 

Lombardi, con l’intervista a Festa e le immagini della redazione, va in onda al tgr delle 19,30 di lunedì 7 luglio, nove giorni dopo la conferenza stampa. Le giacenze non nascono però con Perillo. L’andazzo va avanti da anni e il cassetto era pieno anche durante le gestioni di Massimo Milone e Giuseppe Blasi.
Per testare fino a che punto arriva la pazienza dei telespettatori suggeriamo ai vertici di via Marconi di mandare in onda da settembre anche i servizi sulle partite del Napoli con una settimana di ritardo.    

 
 
  Giacenze
 

Non è vero che “la Rai è di tutti”. Certo non è dei telespettatori campani costretti a sorbirsi servizi vecchi di giorni, settimane, mesi. Ci sarà un cassetto nella scrivania del capo redattore Antonello Perillo nel quale vengono conservati tutti i servizi che per vari motivi non vanno in onda e che poi vengono improvvisamente e misteriosamente ripescati.
E si arriva a risultati paradossali: in primavera è andata in onda la presentazione di un libro che risaliva all’autunno 2013, ma che alla Rai è stata considerata

Sommario
Notizie
Fnsi, da nazionale
a interregionale
Metropolis: sei
mesi, tre direttori
Tam tam
Giacenze
Lettere
Tagli ai compensi
dei collaboratori
Clienti
di 'peso'
Documenti
Due le convocazioni:
Campania e altra Italia
Telegramma di replica
del consigliere Fiorillo
Nota dei consiglieri
dichiarati decaduti
Se vai via, in ogni caso avrai la mia gratitudine
Le prime pagine
del 'trovaNapoli'
Per i Cesaro bomba
e sequestro dei beni
(*) www.wikipedia.org
(**) www.associazione
italiadellibro.it
 
LEGGI - GLI - ULTIMI - NUMERI - PUBBLICATI
 
n. 26 (7 luglio 2014) n. 25 (30 giugno 2014) n. 24 (25 giugno 2014)